Cambio fornitore luce e gas: come farlo, i tempi e i costi

Sommario: Se non sei più soddisfatto della tua bolletta o del rendimento dei tuoi servizi energetici devi sapere che è possibile un cambio fornitore di luce e gas in modo semplice ed economico!

Di seguito quindi, la guida completa papernest.it per il cambio fornitore di luce e gas!

Cambiare fornitore di luce e gas è semplice perché, con l’avvento del mercato libero, le migliori società energetiche hanno perfezionato le loro offerte per essere competitive. Non solo: anche il passaggio da un’azienda all’altra è diventato molto più economico rispetto al mercato a maggior tutela, per favorire i consumatori a cambiare gestore in caso di offerte che più gli si addicono. Perciò, di seguito analizzeremo:

Quali sono i motivi per cambiare fornitore?

I motivi per cambiare il tuo fornitore di luce e gas sono i più disparati e, soprattutto, personali.

Ognuno ha bisogno di piani tariffari differenti a seconda delle esigenze ed è bene che navighi online per trovare l’offerta migliore. Oltre al prezzo della bolletta, che è tra i principali motivi per un cambio venditore, vi è il servizio della società energetica. Trovarsi bene con gli operatori, riuscire a utilizzare l’area riservata o l’applicazione e vedere il tempestivo intervento in caso di manutenzione è fondamentale per un’esperienza positiva con le aziende. Un ulteriore motivo per cambiare motivo potrebbe essere chi vuole una resa energetica ottimale e quindi ha bisogno di contratti in cui la potenza dei servizi erogati sia superiore ad altri.

Principalmente sono questi i motivi che possono spingerti a un cambio operatore. È proprio col mercato libero che riuscirai a trovare quello che più fa per te, esplorando tutte le offerte disponibili.

Come cambiare gestore luce e gas

Prima di tutto per cambiare il fornitore di luce o gas è bene fare delle stime dei costi di consumo. Una volta appurato che il nostro gestore non fa per noi, possiamo passare alla scelta del nuovo venditore. A questo punto il passaggio è veramente semplice. Bisognerà contattare il nuovo operatore, tramite email o numero verde, fornirgli tutti i documenti richiesti e poi firmare il contratto che avrà cura di farci ricevere.

Una volta che hai firmato tutte le pratiche, il cambio avverrà in automatico entro le tempistiche stabilite. Non ci sarà bisogno di nessun intervento sui contatori e non ci sono vincoli con le precedenti società venditrici.

Se stai avanzando un cambio gestore durante un trasloco ricordati di notificare il nuovo indirizzo, altrimenti conterà il vecchio indirizzo in bolletta.

Documenti necessari per cambiare fornitore

Per completare l’operazione di cambio fornitore, avrai bisogno di inviare per email o fax alcuni documenti richiesti dal nuovo gestore. Essi sono:

  • Documenti d’identità: codice fiscale e carta d’identità dell’intestatario
  • Codice POD/PDR: i codici, il primo della luce il secondo del gas, che indicano la fornitura
  • Bolletta: una vecchia fattura col precedente fornitore
  • IBAN: in caso si scelga il pagamento online in automatico

Costi per cambiare fornitore di luce e gas

Con l’avvento del mercato libero, che ha soppiantato quasi definitivamente quello a maggior tutela, si sono annullati i costi per il cambio fornitore. Escluse alcune società che possono prevedere dei costi di trasferimento, i venditori hanno scelto di proporre cambi contratto gratuiti per essere più competitivi. Se invece sei ancora un cliente del mercato tutelato e non vuoi passare al mercato libero, allora i costi di trasferimento sono:

  • Luce: 16 euro di costi di bollo
  • Gas: 16 euro di costi di bollo

Tempistiche per cambiare gestore

Devi sapere che quando cambi fornitore di luce e di gas il passaggio avverrà in automatico entro delle tempistiche stabilite. Non ci sarà nessuna finestra di tempo in cui non riceverai l’erogazione del servizio. Arera, l’ente che tutela i consumatori, è ben chiara a riguardo e se per caso subirai un’interruzione del servizio potrai richiedere un rimborso. Quindi il cambio venditore lo noterai solo in bolletta entro i tempi determinati che sono:

  • Luce: entro 21 giorni dalla firma del contratto
  • Gas: entro un mese, a partire dal 1 giorno del mese successivo alla firma del contratto

Oltre questi tempi il nuovo fornitore dovrà risarcire il consumatore.

tempistiche cambio fornitore

Passaggio al mercato libero dal mercato tutelato

Passare dal mercato di maggior tutela a quello libero è un’operazione che conviene a tutti. Difatti per essere competitive le società di servizi energetici propongono agevolazioni per tutti i clienti che voglio cambiare la tipologia di contratto. Grazie al mercato concorrenziale, le offerte sono:

  • sempre aggiornate e migliori
  • con costi delle operazioni sempre più bassi
  • con passaggio a nuovo gestore gratuito

Obbligo cambio gestore energia: data fine mercato tutelato

I clienti del mercato a maggior tutela devono sapere che è previsto l’obbligo di passaggio al mercato libero. Questa transizione ha anche una data ufficiale, oltre la quale non si potranno stipulare rinnovi: Gennaio 2024.

Con il decreto Milleproroghe si è deciso definitivamente di rendere obbligatoria l’immissione nel mercato libero. Rimangono ancora 2 anni per trovare le offerte migliori e scegliere il tariffario che fa per te.

Inoltre, molte società hanno deciso di agevolare i clienti che arrivano dal mercato tutelato con bonus e sconti extra, pensati proprio per invogliare a tale passaggio.

Il miglior modo per risparmiare sulle bollette luce e gas è quindi immettersi nel mercato libero il prima possibile!

Migliori offerte luce e gas del mese

Se dopo tutta questa lettura ti sei convinto che la tua attuale offerta non è la migliore per te e conviene cambiare gestore, allora sarai curioso di vedere le migliori offerte del mese, quelle con le le tariffe più vantaggiose.

Offerta Sorgenia Next Energy Sunlight

Questa offerta è forse tra le migliori del 2022 per svariati motivi. Intanto Sorgenia utilizza energia 100% green, fondamentale per la svolta ecologica del nostro paese. Anche le tariffe e i bonus previsti sono quasi imbattibili sul mercato, infatti i prezzi sono:

  • Luce: 0,126 €/kWh
  • Gas: 0,45 €/Smc

Per tutti i clienti che si abbonano a luce e gas è anche previsto un buono Amazon pari a 100€. Insomma energia pulita e bolletta economica sono i punti di forza di quest’offerta.


Offerta Nen 48 Luce e gas

Il tariffario di Nen propone un prezzo bloccato per i primi 3 anni, con uno sconto finale di 48 euro ad utenza, quindi 96 euro totali se si sceglie sia la luce che il gas. Il prezzo dei servizi erogati è

  • Luce: 0,164 €/kWh, per una media di circa 35 euro al mese.
  • Gas: 0,60 €/Smc, qui la media mensile è di 70 euro.

Un‘offerta vantaggiosa chi permette un risparmio di quasi 100 euro e soprattutto un prezzo bloccato per 3 anni, senza la paura di vedere le proprie bollette aumentare vertiginosamente.


Eni Link gas e luce: qualità a buon prezzo

Eni è sicuramente tra i migliori venditori italiani di servizi energetici. Per l’inizio del 2022 propone un tariffario di:

  • Luce: 0,140 €/kWh
  • Gas: 0, 60 €/Smc

L’offerta però comprende anche degli sconti extra molto interessanti. È previsto un bonus del 10% per chiunque attivi l’offerta online e un altro 10% se scegli l’opzione bolletta web, per cui non dovrà arrivarti quella cartacea a casa.

 

Per Gennaio queste sono le offerte più appetibili, ma con il mercato libero è bene rimanere costantemente aggiornati perché l’affare è dietro l’angolo e le aziende energetiche sono sempre all’avanguardia per nuovi tariffari convenienti.

Se ti rimangono ancora dei dubbi e non sei completamente convinto di queste offerte, il sito online ufficiale di Arera, ha appena aperto un nuovo sportello in cui raccoglie le migliori offerte di luce e gas, per agevolare e consigliare al meglio i fruitori di energia. Puoi trovarlo a questo link.

Aggiornato su 1 Mar, 2022

redaction La redazione di papernest.it
Redactor

Raffaele N.

Redattore SEO

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

En savoir plus sur notre politique de contrôle, traitement et publication des avis