Le migliori offerte luce business e per partita IVA

Sommario: In un certo senso, quando parliamo di offerte per famiglie e singoli individui, troviamo più facilità nell’individuarle e attivarle, rispetto alle offerte dedicate a chi ha una partita IVA, alle grandi aziende o alle piccole e medie imprese.

La differenza sostanziale è che il consumo è maggiore e anche le esigenze sono diverse. Un ufficio non è una casa, come non lo è un grande magazzino dove si producono determinati beni. Per questo motivo, oggi proveremo ad andare alla scoperta delle migliori offerte luce business presenti sul mercato.

Le offerte business luce mercato libero per aziende e partite IVA

Prima di entrare nel dettaglio sulle offerte per aziende e partite IVA, bisogna capire la differenza tra mercato libero e tutelato. Nel primo caso il prezzo è deciso dal mercato, quindi vige il principio di concorrenza e il costo può salire o scendere in base al fornitore di riferimento. Invece, nel mercato tutelato, i prezzi sono decisi da ARERA, l’ente regolatore che in base all’andamento del mercato alza o abbassa il tariffario. Tuttavia, ricordiamo che dal 1 gennaio 2021 è stata inserita l’obbligatorietà di passaggio al mercato libero per le piccole imprese e le microimprese obbligate e che, quindi, il regime tutelato non esiste più.

Ora andiamo ad analizzare le migliori offerte luce business presenti in questo momento, indicando prima i fornitori che hanno attivato queste promozioni:

  • Iren
  • Eni gas e luce
  • Sorgenia
  • Acea
  • A2A
  • Enel
  • Illumia
  • Edison

Le aziende sopra elencate sono sicuramente le più conosciute in Italia e quelle con le offerte più convenienti per le partite IVA.

Da Iren a Sorgenia: tutte le migliori offerte luce business per le aziende

Partiamo da Iren, che ti propone l’offerta Iren4Business Variabile, dedicata alle aziende che consumano meno di un milione di Kw all’anno (in quel caso l’offerta sarebbe da personalizzare). I costi sono i seguenti:

  • F0: (PUN + 0,014 €/kW)x(1+ λ) (tariffa monoraria, quando il cliente non riesce a leggere i consumi, il prezzo rimane sempre invariato)

Iren4Business Variabile

(PUN + 0,014 €/kW)x(1+ λ) Tariffa Luce

PFOR + 0,11 €/Smc* Tariffa Gas

Ora passiamo a Eni gas e luce, che propone l’offerta Flexi Pertinenze, un servizio dedicato a chi è ancora all’interno del mercato tutelato. La promozione è attivabile anche online e, come Iren, propone tariffe biorarie e monorarie, che ora vedremo insieme:

  • F0: 0,3481 €/kWh*

Eni Flexi Pertinenze

0,3481 €/kWh*

  • icon star Prezzo di mercato all'ingrosso
  • icon opendoor Massima trasparenza
  • icon calendar Sottoscrizione rapida

Attenzione però, a differenza di Iren dove è possibile pagare sia con RID che con bollettino postale, in questo caso uno dei vincoli dell’offerta è il pagamento obbligatorio con RID. Nonostante ciò, il cambio gestore è completamente gratuito e non prevede interruzioni di corrente di nessun tipo.

La prossima promozione di cui parleremo è “Next E-Business Sunlight” del gruppo Sorgenia. Oltre ad avere un prezzo molto competitivo, la società fornisce energia rinnovabile ed è una delle migliori sul mercato. Il prezzo fissato per la luce è di PUN + 0,03€/kwh*.

Non solo, con Sorgenia puoi avere delle agevolazioni anche se decidi di portare un amico. Infatti, con il passaggio di fornitore, avrai diritto ad uno sconto di 60 Euro in bolletta, quindi 120 Euro per luce e gas. Non ci sono vincoli, quindi hai il diritto di attivare l’offerta quando vuoi: con allacciamento, subentro o voltura.

Sorgenia Next E-Business Sunlight

PUN + 0,03€/kwh* Tariffa Luce

PSV + 0,2€/Smc* Tariffa Gas

Le tre offerte luce business di Acea Energia

Altro capitolo riguarda Acea Energia, anch’essa società che negli ultimi anni ha raggiunto una posizione di rilievo nel mercato dell’energia elettrica. In questo caso Acea propone solo una tipologia di offerta luce business: Come Noi Business

Vediamone insieme le sostanziali differenze. Nel primo caso si parla di prezzi all’ingrosso e che quindi possono cambiare in base all’andamento del mercato. La fascia è F0 e l’azienda mostra come il prezzo medio negli ultimi mesi sia di Prezzo ingrosso + 0 € /anno. Inoltre, è possibile attivare la bolletta web (quindi solo in digitale e non cartacea) e la domiciliazione bancaria. Il prezzo è bloccato per i primi 12 mesi e la luce è 100% green da fonti rinnovabili.

Tra colossi dell’energia elettrica e nuovi arrivi: le offerte di Enel, Edison, A2A e Illumia

È impossibile non parlare anche di A2A, azienda che come Acea sta avendo un grande sviluppo in questi anni. La società propone l’offerta A2A FULL Business, molto conveniente e con prezzo bloccato per ben 2 anni. Ecco nel dettaglio i prezzi:

  • Offerta monoraria solo luce: 0,30000 €/kWh*
  • Offerta bioraria: Nella fascia 1 il prezzo è di 0,30730 €/kWh*, nella fascia 2 il costo è di 0,30470 €/kWh*, mentre nella fascia 3 la tariffa è di 0,28640 €/kWh*

Inoltre, A2A permette di avere due interventi di assistenza tecnica completamente gratuiti (vetraio, elettricista, idraulico o fabbro) se si sottoscrive sia luce che gas, mentre uno solo se si sceglie solo l’offerta business luce.

Come per altre aziende, anche A2A utilizza energia 100% green, ma nell’offerta non compare un obbligo di domiciliazione bancaria o il servizio bolletta digitale. L’offerta, però, può essere anche attivata via WhatsApp, oltre che con i normali canali di comunicazione.

Torniamo ora ad un colosso del mercato di gas e luce: Enel con Scegli Oggi Business. L’azienda propone un prezzo vantaggioso all’ingrosso, ma con un’ulteriore scontistica. Attenzione però, perché il prezzo dipende dal mercato e quindi può variare da mese a mese. Ecco, quindi le tariffe di Enel:

  • Bioraria: F1 0,349062 €/kWh* e F23:0,327845 €/kWh*
  • Monoraria: 0,327845 €/kWh*

Tra i vari vantaggi, inoltre, troviamo un abbonamento scontato (in realtà i prezzi sopra elencati normalmente sono più alti) per 1 anno e la domiciliazione bancaria con bolletta digitale.

Le tariffe di energia elettrica per le PMI

Abbiamo visto come le offerte per le aziende siano tante e tutte molto diverse tra loro, anche se in realtà hanno qualcosa in comune. Vediamo insieme i vari tipi di piani tariffari proposti dai vari fornitori:

  1. Il prezzo resta fisso: in questo caso si parla di un contratto a prezzo bloccato, cioè la tariffa non cambia per un determinato periodo di tempo deciso dal fornitore. Attenzione, ciò non significa che la bolletta sarà lo stesso per il periodo indicato, ma che il costo in Kw/h rimarrà fisso, ma ovviamente il prezzo cambierà in base al consumo mensile del cliente.
  2. Tariffa monoraria e bioraria: all’interno dei prezzi fissi possiamo trovare anche due costi diversi che si suddividono in tariffa monoraria e bioraria. Nel primo caso, il prezzo rimane sempre invariato, mentre nel secondo caso varia in base all’esigenze dell’azienda cliente (solo feriali, orari notturni, festivi)
  3. Il prezzo tutto compreso: sotto il nome di “spesa per la materia d’energia”, troviamo tutte le componenti incluse nel prezzo all inclusive
  4. Prezzo indicizzato: in genere questo prezzo è deciso dall’andamento del mercato e dalla variazione del PUN (Prezzo Unico nazionale). Ovviamente ciò significa che ogni mese la tariffa al consumo può variare sia in negativo che in positivo, quindi a differenza del primo caso sopra elencato, non c’è un prezzo fisso e bloccato.
  5. Prezzo green: All’alba del 2022 ormai sono tantissime le aziende che stanno avendo una svolta ecosostenibile. Per questo motivo, molti fornitori propongono energia rinnovabile a prezzi vantaggiosi per le aziende. Ovviamente il tutto viene certificato dalle Garanzie di origine e quindi il controllo della qualità è sempre fatto dalla società fornitrice.
  6. Offerte via web: questa tecnica di marketing è molto usata negli ultimi anni e permette all’azienda di attivare un contratto via internet con prezzi decisamente più vantaggiosi, ma non solo. Spesso, infatti, viene obbligato l’uso della domiciliazione bancaria e della bolletta digitale, evitando quindi quella via posta.


Oltre a ciò, bisogna ricordare che dal 1 gennaio 2023 finirà ufficialmente il regime di mercato tutelato gestito dai prezzi di ARERA (l’ente regolatore) e ci sarà solamente il mercato libero, con i prezzi decisi unicamente dal mercato e dal regime di concorrenza (tranne che per le microimprese). Per questo motivo, ancora per un po’ di tempo, troverai molte offerte miste che cercheranno di aiutarti nel passaggio tra i due regimi di mercato.

Le offerte luce per le grandi aziende

Tutte le aziende sono uguali? Non proprio. Innanzitutto bisogna iniziare a suddividere le varie imprese:

  • Piccole e medie imprese
  • Partite IVA
  • Grandi Aziende

La differenza sostanziale sta nel fatturato: infatti, fino ad ora abbiamo parlato di piccole e medie imprese, cioè negozi con un ricavo non troppo elevato e che non consumano un eccessivo numero di Kw/h. Dobbiamo anche includere in questo elenco le altre Partite IVA, cioè coloro che non hanno un’impresa, ma magari per lavoro hanno dovuto prendersi un ufficio e hanno bisogno di una fornitura di energia elettrica.

Con le grandi aziende la situazione è molto complessa. Infatti, di solito il consumo è statisticamente più elevato delle piccole e medie imprese, quindi le normali offerte non sono molto utili. Per questo motivo, diversi fornitori di energia elettrica offrono servizi di consulenza per cercare di trovare il proprio piano tariffario più adatto in base ai consumi e al costo che il proprietario vuole raggiungere a fine mese.

Una delle aziende citate tra le offerte luce business è Iren, che sta puntando molto sul sostegno delle grandi aziende e ha messo a disposizione promozioni personalizzate per i clienti che consumano più di 1 milione di Kw all’anno. Non solo, anche A2A, come altre società fornitrici di energia elettrica, propone una squadra di Key Account che proporrà l’offerta migliore in base all’esigenza del proprietario dell’azienda.

Detto questo, ricordiamo che se hai subbi sui piani tariffari, sui prezzi del mercato tutelato o sulle condizioni dei contratti dei diversi fornitori, puoi visitare il sito di ARERA, l’ente regolatori su reti, energia e ambiente (clicca qui per saperne di più).

 

Aggiornato su 24 Mar, 2022

redaction La redazione di papernest.it
Redactor

Matteo Bono

Redattore Energia

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

En savoir plus sur notre politique de contrôle, traitement et publication des avis