Airwatt, il progetto per il monitoraggio
delle reti gas e la riduzione delle
emissioni di CO2

Hai mai sentito parlare del progetto Airwatt? Si tratta di un ambizioso progetto nato dalla collaborazione fra due aziende italiane, Advanced Microturbines Srl e Fast SpA, che mira alla creazione di un ecosistema smart e sostenibile che si integri con le reti di distribuzione del gas. In questo articolo andremo ad approfondire insieme questo interessante progetto per cercare di capirne il funzionamento. Cominciamo!

Come nasce il progetto Airwatt?

Una Smart Grid è una rete di distribuzione con un elevato livello di automazione che permette di implementare monitoraggio e controllo in tempo reale. L’automazione, grazie a sensori e attuatori, ha luogo spesso in luoghi remoti e / o pericolosi lontano dalla rete elettrica (off-grid) ma necessita di alimentazione elettrica 24/7 per funzionare e fornire dati. In un contesto off-grid, i dispositivi sono alimentati da batterie o altrimenti devono essere collegati alla rete esistente; il che può comportare costi elevati per la gestione e l’integrazione delle fonti di energia.

Airwattè un progetto finanziato dall’Unione Europea che risolve questo problema e punta alla sostenibilità e all’innovazione tecnologica, sfruttando le potenzialità delle microturbine per generare energia in ambienti dove non è disponibile la rete elettrica (off-grid). 

Cosa è Airwatt

Il progetto Airwatt basa la sua filosofia sull’unione tra progresso e sostenibilità. Unisce le nuove tecnologie IoT (Internet of Things) e la possibilità di generare energia elettrica off grid attraverso una microturbina. 

La microturbina genera energia elettrica per alimentare una Remote Terminal Unit (RTU) consente di monitorare le prestazioni delle reti di distribuzione del gas. L’energia, catturata dalla microturbina e convertita in energia elettrica, è direttamente disponibile in sito per alimentare i dispositivi di monitoraggio e controllo.

La microturbina si installa facilmente (plug & play) e genera la potenza necessaria per sensori e attuatori mentre il gas  scorre attraverso i tubi. Produce energia 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in tutte le condizioni operative senza il rischio di interruzione di servizio (a causa di cattive condizioni meteorologiche, furto, atti vandalici).

Quindi, Airwatt rende disponibile una sorgente di energia locale e green, in grado di:

  • Fornire elettricità in zone non connesse alla rete elettrica
  •  Fornire elettricità in modo continuo con potenza fino a 150 Watt generata dai salti di pressione del gas
  • Alimentare sistemi IoT, in particolare Remote Terminal Units (RTU) che permettono la comunicazione in tempo reale con un centro di controllo remoto

 

Il monitoraggio in tempo reale dei gasdotti con tecnologie di comunicazione avanzate favorisce una maggiore efficienza operativa, nonché la sicurezza delle reti di distribuzione del gas e un ridotto consumo di energia. Questo porta I seguenti vantaggi

  • Riduzione dei costi di riparazione e manutenzione.
  •  Riduzione delle fughe di gas  e conseguente abbattimento delle emissioni di CO2
  •  Risparmio energetico

 In definitiva si tratta di una sinergia, quella del progetto Airwatt, che tramite l’utilizzo di una microturbina e una RTU rende accessibile e sostenibile l’energia per alimentare i sistemi IoT all’ interno di cabine di riduzione del  gas, anche le più remote lungo i gasdotti. 

Conclusioni

Ad oggi Airwatt è certamente uno dei progetti più interessanti in grado di portare i processi di digitalizzazione e il concetto stesso di progresso ad un livello superiore in Europa, nel settore delle reti gas. L’attenzione al risparmio energetico ed alla sostenibilità ambientale ne fanno un progetto green che vale la pena essere preso in considerazione.

Se sei arrivato fin qui e vuoi scoprire di più sul progetto Airwatt, o per poter inviare richieste di contatto o preventivo, visita il sito ufficiale dedicato.

 

Posté par Cristina Ravagli

Lascia un commento

papernest utilise des cookies pour personnaliser votre expérience utilisateur et mesurer la performance de ses sites et de son app. En poursuivant votre navigation, vous consentez au dépôt de ces cookies sur votre navigateur tout au long de votre parcours de souscription. Pour plus d’information et/ou paramétrer vos cookies, cliquez ici.