I fornitori e i gestori luce e gas più convenienti del 2022

Sommario: Nei prossimi mesi il prezzo delle bollette di luce e gas aumenterà notevolmente. Per questo motivo è molto importante scegliere una tariffa che si adatti ai propri bisogni e alle proprie abitudini di consumo in modo da risparmiare laddove possibile.

Le offerte e i fornitori presenti sul mercato sono numerosissimi: come capire quali sono i gestori di luce e gas più convenienti?

In questo articolo ti forniamo alcune informazioni che possono aiutarti a capire quale, tra le tante proposte di luce e gas, fa al caso tuo.

Offerte luce e gas: le migliori tariffe di oggi 20 gennaio 2022

Il mese di gennaio è in assoluto il momento migliore per organizzare i giorni successivi e cercare di risparmiare dove si può. Difatti, cambiare ad inizio anno l’operatore di riferimento e dunque l’offerta di luce e gas è una buona soluzione per cominciare il 2022 con il piede giusto. Ad oggi, le migliori tariffe si trovano nel mercato libero dell’energia e di gas naturale, che diventerà obbligatorio per tutti nel 2024.

Tra i gestori più convenienti per quanto riguarda le offerte della luce si trovano:

  • Sorgenia: si tratta di un gestore che offre energia al 100% green. Il prezzo della materia prima energia è di 0,50043 €/kWh* ed è bloccato per 12 o 24 mesi
  • Eni gas e luce: mette a disposizione un’offerta con tariffa monoraria (PUN + 0,0132 €/kWh*) o bioraria (F1 PUN + 0,0132 €/kWh*; F2-F3 PUN + 0,0132 €/kWh*), con sei mesi di corrispettivo bloccato e la possibilità di ricevere la bolletta sia online che in modalità cartacea

Plenitude Trend Casa

PUN + 0,0132 €/kWh* Tariffa Luce Monoraria

0,1080 €/Smc* + PSV

Per quanto riguarda invece le offerte di gas, ecco quali sono i fornitori più convenienti:

  • Nen: un’azienda che dà la possibilità di pagare un prezzo fisso mensile calcolando, a fine anno, la rata sulla base dei tuoi consumi. La tariffa comprende un costo della materia prima energia pari a 0,317 €/kWh* e il costo del gas pari a 0,60 €/kWh. Inoltre l’energia è al 100% green. Scopri tutti i gestori che forniscono energie rinnovabili.
  • Edison: anche in questo caso si tratta di un fornitore che adotta un modello di sostenibilità, mettendo a disposizione energia al 100% rinnovabile e gas naturale. L’offerta del gas si chiama Edison World Plus Gas in cui il costo della materia prima è pari a PSV + 6,45 €/mese*
  • Acea: altro fornitore che pone molta attenzione alle politiche ambientali mettendo in pratica un impegno concreto per il territorio tramite offerte sostenibili. La tariffa “Flexy Web Editionha un costo pari a PUN*

Come confrontare le offerte gas e luce?

Per confrontare le offerte e trovare quindi il gestore luce e gas più conveniente puoi recarti sul portale delle offerte di energia elettrica e di gas dove ti viene chiesto di inserire:

  • il tipo di offerta che stai cercando: energia elettrica, gas, dual fuel. In quest’ultimo caso si tratta di un’offerta posta dalla società all’utente finale per far sì che i potenziali clienti decidano di rivolgersi al gestore per entrambe le utenze
  • il tuo CAP di residenza

A questo punto dovrai selezionare:

  • tipologia di prezzo: tariffa a costo fisso o variabile
  • il luogo in cui vuoi attivare l’offerta
  • se sei residente o no nel locale in cui intendi attivare la fornitura

Dopodiché puoi scegliere:

  • il livello di potenza di kW che desideri: 1.5, 3, 4.5, 6, 10, 15 kWh
  • se desideri un prezzo per fasce orarie di consumo, quindi una tariffa bioraria, oppure una tariffa monoraria
  • puoi selezionare la preferenza per le energie rinnovabili

Dopo aver inserito tutte le informazioni necessarie, puoi cliccare su “confronta” e il portale ti mostrerà l’offerta migliore partendo dai dati che hai comunicato precedentemente.

Scopri tutte le tariffe per la luce.

Offerte luce e gas per cambio gestore

Se vuoi cambiare fornitore di luce e gas per trovare un’offerta più conveniente, ecco alcuni fattori che devi tenere in considerazione:

  • mercato libero o mercato tutelato: tieni a mente che a partire da gennaio 2024, il servizio di maggior tutela scomparirà in maniera definitiva. Di conseguenza tutti gli utenti che, in quella data avranno un contratto con un gestore appartenente al mercato tutelato, dovranno scegliere obbligatoriamente un gestore di luce e gas tra quelli presenti nel mercato libero
  • cerca di capire quanti kWh consumi mediamente in un anno: la quantità di kWh è un elemento fondamentale da tenere in considerazione per trovare la tariffa più adatta alle tue esigenze
  • individua le fasce orarie nelle quali consumi di più (quindi i momenti della giornata in cui sei a casa): ricorda che la maggior parte delle offerte sono disponibili con tariffa monoraria e bioraria. In poche parole, se passi più tempo nella tua abitazione la sera e nei weekend, dovresti optare per una tariffa bioraria. In maniera differente, se tu o le persone con cui convivi consumano energia anche durante il giorno probabilmente ti conviene attivare una tariffa monoraria
  • fai riferimento al costo medio della tua bolletta: ogni gestore ha l’obbligo di scrivere nella fattura qual è il costo medio unitario sia della bolletta che della materia prima energetica. Annotando tutti i valori puoi scoprire se ti conviene cambiare fornitore di luce e gas
  • affidati ad uno strumento di confronto di tariffe: come spiegato nel paragrafo precedente, il portale delle offerte può aiutarti ad individuare l’offerta più vantaggiosa per te

Principalmente, i motivi per cui cambiare il fornitore di luce e gas sono i seguenti:

  • la tariffa che hai attualmente non è più conveniente poiché le tue abitudini di consumo sono cambiate oppure il prezzo dell’offerta è aumentato nel tempo e non è più sostenibile per te
  • vuoi avere lo stesso fornitore per la luce e per il gas: spesso i gestori propongono delle offerte dual che sono più vantaggiose per coloro che attivano entrambe le utenze. In aggiunta, rivolgersi allo stesso operatore risulta più comodo
  • hai un contratto con un fornitore appartenente al mercato tutelato: come accennato in precedenza, a partire da gennaio 2024 sarà obbligatorio per tutti gli utenti sottoscrivere un’offerta con un gestore nel mercato libero

Per quanto riguarda la procedura del cambio fornitore, ecco i passi principali da seguire:

  • tieni a portata di mano una bolletta recente, oppure utilizza uno strumento che stima i tuoi consumi che è messo a disposizione da gran parte delle compagnie
  • seleziona una tariffa che soddisfa le tue esigenze utilizzando un portale per confrontare le offerte
  • attiva l’offerta con il nuovo fornitore e attendi circa 21 giorni per il completamento del passaggio

Mentre i documenti necessari per portare a termine la procedura sono:

  • nome, cognome e codice fiscale dell’intestatario
  • dati della fornitura, dunque indirizzo e codice PDR
  • indirizzo mail e numero di telefono
  • per eventuale domiciliazione bancaria, il codice iban

Nel frattempo ricordati che:

  • l’operazione di cambio fornitore luce è gratuita
  • non sono previste penali poiché non sei sottoposto a vincoli contrattuali con il gestore precedente
  • la fornitura non viene interrotta
  • non è necessario sostituire il contatore
  • esiste il diritto di ripensamento di cui ti puoi avvalere nel caso in cui il contratto sia stato sottoscritto all’esterno della sede del fornitore oppure in modalità remota. In questo caso hai 14 giorni di tempo a partire dalla ricezione del contratto per annullarlo senza oneri

Potrebbe interessarti anche un articolo in cui trovi informazioni sulla burocrazia che riguarda le utenze di luce e gas.

Offerte luce e gas per attivare il contatore

Se ti stai per trasferire in un’abitazione appena costruita o che è stata disabitata per un lungo periodo, è probabile che tu debba attivare il contatore.

Tra le migliori offerte per attivare il contatore segnaliamo:

  • Eni Trend Casa: offerte proposta da eni gas e luce in cui la materia prima energia ha un prezzo di PUN + 0,0132 €/kWh* mentre la materia prima gas ha un costo di 0,1080 €/Smc* + PSV
  • Edison Fix12: tariffa che prevede un costo del gas pari a 2,70 €/Smc*
  • Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e gas: in questo caso il prezzo della materia prima energia è fissato a PUN + 0,005€/kWh* mentre il costo del gas è di PSV + 0,16 €/Smc*

In generale, l’attivazione del contatore può avvenire a distanza tramite un comando effettuato dalla centralina, dunque non è necessario richiedere l’intervento di un tecnico. Se vuoi richiedere l’avvio del contatore per ricevere le forniture di luce e gas, è bene informarsi per tempo riguardo a documenti, tempistiche e costi da sostenere per portare a termine l’operazione.

Per quanto riguarda la procedura di attivazione della luce, i passi da seguire sono i seguenti:

  • inoltro della richiesta al nuovo gestore di energia elettrica che hai scelto
  • se il nuovo gestore appartiene al mercato libero, devi contattare il servizio clienti tramite numero verde oppure recarti presso un negozio fisico
  • scarica il modulo del contratto online, quindi compilalo e firmalo e rispediscilo tramite fax o PEC

In maniera differente, se il nuovo operatore appartiene al mercato tutelato, è necessario contattare il distributore di energia elettrica della propria zona.

Mentre per attivare la fornitura di gas, il primo passo da compiere è quello di contattare l’azienda con la quale volete sottoscrivere il nuovo contratto.

Potrebbe interessarti anche un articolo in cui sono elencate tutte le offerte luce e gas.

Offerte luce e gas per allacciamento

Se devi effettuare un’operazione di allaccio per le utenze di luce o gas nella tua nuova casa, le offerte più convenienti per te sono:

  • Eni Trend Casa: il costo dell’energia è di PUN + 0,0132 €/kWh* mentre quello della materia prima gas è pari a 0,1080 €/Smc* + PSV. I prezzi sono bloccati per 12 mesi e si stima un risparmio per il primo anno di circa 200 €
  • Iren Revolution Verde Variabile: il costo della componente energetica è di PUN + 0,074936 €/kWh* mentre quello del gas è di a PFOR + 0.253 €/Smc*. Il risparmio annuale arriva fino a 100 €

Iren Revolution Verde Variabile

PUN + 0,074936 €/kWh* Tariffa Luce

Offerta monoraria

  • icon money Prezzo bloccato per 24 mesi
  • icon promotion 30€ di bonus diversi
  • icon star
  • Wekiwi: questo fornitore ti dà la possibilità di scegliere la quantità di kWh che desideri e pagare un fisso mensile. Il costo della luce è di PUN + 0.1 €/kWh* € mentre il prezzo del gas è di PSV + 0.1 €/Smc*

Wekiwi Energia alla fonte

PUN + 0.1 €/kWh* Tariffa Luce

PSV + 0.1 €/Smc*

Vediamo ora come effettuare un’operazione di allaccio. Per quanto riguarda l’utenza della luce, il primo passo da compiere è quello di rivolgersi alla rete di distribuzione dell’elettricità.

Ecco quali sono i documenti che devi tenere a portata di mano:

  • potenza impegnata richiesta
  • tensione di alimentazione
  • destinazione d’uso
  • indirizzo della fornitura
  • documento d’identità e numero di telefono
  • indirizzo a cui inviare le pratiche


Diversamente, la procedura di richiesta di allaccio del gas prevede i seguenti step:

  • invia la richiesta al gestore o al distributore locale
  • comunica i dati che ri vengono richiesti
  • a questo punto i tecnici che lavorano per il distributore locale effettuano un sopralluogo per stilare un preventivo
  • una volta ricevuto e accettato il preventivo, i lavori di installazione possono cominciare

In questo caso i dati che devi comunicare sono:

  • nome, cognome, codice fiscale
  • indirizzo della fornitura
  • se effettui un pagamento online devi fornire i dati bancari
  • la dichiarazione sostitutiva per accertare la proprietà effettiva dell’immobile

Scegliere lo stesso fornitore luce e gas: i vantaggi

Affidarsi allo stesso fornitore per le forniture di luce e gas può risultare molto conveniente. Infatti, i vantaggi dati da questa scelta sono differenti:

  • il primo beneficio si riscontra da un punto di vista economico: difatti molti gestori propongono sconti sul prezzo dell’energia o in alternativa dei bonus promozionali che possono migliorare il servizio
  • ricevi un’unica bolletta: a fine mese devi saldare un una sola fattura per la luce e per il gas. Si tratta di un documento diviso al proprio interno in due sezioni, una per la luce e una per il gas
  • ti interfacci con un solo interlocutore: quando scegli un pacchetto che comprende le forniture di luce e gas hai la possibilità di fare affidamento su un unico servizio clienti
  • anche dal punto di vista pratico si riscontrano benefici: non è necessario infatti stipulare due contratti differenti ma uno solo in cui vengono segnate precisamente le condizioni di entrambe le fornitore.

Dunque, se volessi passare ad un gestore unico, non devi far altro che confrontare le offerte dual presenti sul mercato e individuare quella fa più al caso tuo. Per quanto riguarda le tempistiche necessarie, per un cambio di fornitore sono necessari due mesi al massimo. Inoltre non devi cambiare i contatori o effettuare lavori interni o esterni alla tua abitazione.

Passaggio obbligatorio al mercato libero nel 2024

A partire dal mese di gennaio del 2024, tutti gli utenti saranno obbligati a stipulare un contratto con un fornitore appartenente al mercato libero, poiché il servizio di maggior tutela scomparirà.

Ma facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire come si è arrivati a questa decisione.

Con il decreto legislativo emanato in data 16 marzo 1999, noto anche come decreto Bersani, è cominciata la liberalizzazione di produzione, esportazione, importazione, acquisto e vendita dell’energia elettrica. Un anno dopo, con il decreto Letta emanato nel 2000, è avvenuta la liberalizzazione del mercato del gas.

In seguito ai due decreti sopra citati, si sono verificate due conseguenze importanti:

  • aumento della concorrenza tra i fornitori
  • necessità degli stessi fornitori di ricercare una differenziazione che potesse far emergere la propria proposta tra le tante presenti sul mercato

Proprio per questi motivi progressivamente sono nate offerte sempre più variegate tra cui appunto le offerte dual fuel, dunque con un unico gestore per la luce e per il gas.

In sostanza, l’obiettivo ultimo della liberalizzazione dei mercati è quello di creare un ambiente in cui possa emergere una sana concorrenza che spinga i fornitori a proporre offerte più convenienti.

In origine il passaggio totale al mercato libero sarebbe dovuto avvenire entro il primo luglio 2019, poi è stato posticipato prima a luglio 2020 e infine al 31 dicembre 2023. Dunque, dal primo gennaio 2024 il servizio di maggior tutela non esisterà più, per cui tutti i clienti dovranno sottoscrivere un contratto con un gestore del mercato libero per le utenze di luce e gas.

Per quanto riguarda invece le piccole medie imprese, quindi le aziende con:

  • numero di dipendenti inferiore a 50
  • fatturato annuo non superiore ai 10 milioni di euro

In questo caso il termine ultimo per il passaggio al mercato libero è scaduto a gennaio 2021.

Per maggiori informazioni ti consigliamo di visitare il sito ufficiale di ARERA che puoi trovare a questa pagina.

 

Aggiornato su 7 Apr, 2022

redaction La redazione di papernest.it
Redactor

Matteo Bono

Redattore Energia

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

En savoir plus sur notre politique de contrôle, traitement et publication des avis