Quali sono i trend nel mercato degli
affitti in Italia nel 2021?

Il mercato degli affitti nel 2021 è in continua trasformazione, è uno dei settori più colpiti nell’ultimo periodo.

Per questo motivo, affittare o cercare un alloggio non è semplice, può essere difficile e stancante.

Per quanto riguarda gli affitti in Italia nel 2021, è aumentata la ricerca di soluzioni e immobili che permettono di avere tanto spazio sia interno che esterno.

Se si è in cerca di un immobile in affitto o si è disposti a dare in locazione una seconda casa è il momento di affidarsi ad esperti nel settore come affittocertificato che ha implementato una formula innovativa per garantire la affidabilità dell’inquilino grazie ad un sistema di certificazione digitale basato sul feedback. Questo sistema unico permette di selezionare inquilini affidabili e referenziati. 

Qual è l’andamento del mercato degli affitti?

In Italia, il mercato degli affitti nel 2021 ha subito dei cambiamenti a causa delle restrizioni che hanno coinvolto tutto il paese.

In particolare, provvedimenti come la didattica a distanza per le scuole e lo smart working per il lavoro hanno determinato per gli affitti un’offerta maggiore rispetto alla domanda.

Questo è un fattore sicuramente positivo per chi sta cercando una casa in affitto, in quanto potrà valutare tra più soluzioni.

I canoni per la locazione di un immobile sono in discesa, soprattutto nelle città più grandi perché ci sono meno persone fuori sede come ad esempio studenti, lavoratori e turisti.

Nello specifico, i prezzi sono scesi in questo modo nelle grandi città:

  • -0,2% per i monolocali
  • -0,9% per i bilocali e trilocali

Al contrario, nei capoluoghi di provincia i prezzi di un affitto sono aumentati:

  • +0,3% per i bilocali
  • +0,7% per i trilocali

Andando invece a vedere l’andamento nelle maggiori città italiane vediamo come Milano è stata la città con una minore diminuzione del prezzo delle locazioni, che sono calte del 3,8%, con un valore medio di affitto pari a 1,145€.

Roma e Firenze hanno registrato decrementi nei canoni rispettivamente del -5,9% e del -5,4% che hanno portato ad un valore medio degli affitti di 1.060€ per la capitale e di 936€ per la città toscana.

A fare maggiormente le spese con il Covid sono stai i proprietari di casa torinesi che hanno visto una diminuzione dei canoni nel 2020 pari all’11,5% rispetto all’anno precedente.

Le previsioni per il 2021 nel mercato degli affitti:

L’andamento dei canoni d’affitto nelle città italiane sarà fortemente legato all’andamento della pandemia e quindi dell’andamento delle vaccinazioni nelle diverse regioni italiane.

Secondo il CEO di HousingAnywhere, Djordy Seelmann, il 2021 si prevede comunque migliore dell’anno di inizio della pandemia, grazie alle graduali riaperture di quest’estate ma bisognerà aspettare l’invero per capire se la campagna vaccinale avrà dato i suoi frutti. Le speranze principali, soprattutto nelle grandi città sono nel ritorno del turismo e nel boom delle iscrizioni all’università che c’è stato nel 2021.

Il primo fattore, porterà diversi proprietari di AirBnB a ritornare all’affitto a breve termine, andando così a limitare l’offerta di immobili a per l’affitto a lungo termine e quindi facendone aumentare il presso.

Il secondo invece farà aumentare la domanda di affitti a lungo termine che, soprattutto a Milano, era fortemente diminuita a causa dello smart working e del rientro di migliaia di giovani studenti o lavoratori nei paesi di origine.

 

Posté par Esdra Stucchi

Lascia un commento

papernest utilise des cookies pour personnaliser votre expérience utilisateur et mesurer la performance de ses sites et de son app. En poursuivant votre navigation, vous consentez au dépôt de ces cookies sur votre navigateur tout au long de votre parcours de souscription. Pour plus d’information et/ou paramétrer vos cookies, cliquez ici.